Acido urico e rischio trombotico

L’acido urico si sta rivelando un fattore di rischio silente per lo sviluppo di patologie cardiovascolari su base ateromasica, sindrome metabolica, diabete di tipo 2 ed insufficienza renale cronica. L’ottimizzazione dei suoi livelli nel sangue sembra essere associata ad una leggera riduzione del rischio di sviluppare queste patologie (anche se i dati sono ancora preliminari). Ancora più di recente, alcuni autori hanno supposto che livelli subottimali di acido urico nel sangue possano essere associati anche ad un aumentato rischio di patologia trombotica, ma ulteriori evidenze dovranno confermare anche questo dato. La causa principale di tutte queste condizioni sembrerebbe lo stress ossidativo associato all’iperproduzione di acido urico.

Fonte:
Arrigo Francesco Giuseppe Cicero, Federica Fogacci, Claudio Borghi.
Uric Acid and Thrombotic Risk: An Emerging Link
Intern Emerg Med. 2020 Apr 3. doi: 10.1007/s11739-020-02322-2. 
Online ahead of print.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.